UOMINI CHE ODIANO LE DONNE- STIEG LARSSON- MARSILIO

alex
Argomenti: 
Categories: 

 

[[{"type":"media","view_mode":"media_large","fid":"282","attributes":{"class":"media-image alignright size-full wp-image-982","typeof":"foaf:Image","style":"","width":"230","height":"346","title":"uomini-odiano-donne-larsson","alt":""}}]]  

Sono una di quelle persone che sta sempre “seguendo” qualcosa. Una serie tv, una fiction, un serial. Ho visto tutte le puntate di “Friends” e, ultimamente, non mi sono persa una puntata di “Boris”. E’ che la cosa mi fa sentire più sicura, è che la fidelizzazione mi conforta. Tutto questo c’entra con Stieg Larsson, perché, subito dopo l’intreccio giallo, in questo libro c’è un’attenzione maniacale a fidelizzare i lettori ai protagonisti. Di Mikael e Lisabeth ci vengono fornite abitudini, manie  sessuali e vizi vari. I due, da bravi svedesi, vanno da Ikea e bevono tanto di quel caffè da mettertene costante voglia. Io ho bevuto caffè con loro, durante la lettura del libro , ma a tenermi sveglia, sera dopo sera, fino all’ultima pagina, è stata la scrittura fluida di Larsson. Ovviamente ho già letto il secondo tomo e non vedo l’ora che esca il terzo. Non credo che Larsson sia un fenomeno o questo un caso editoriale. Sono dell’idea che libri come questo ti risolvano la stagione letteraria, senza pretese, tanto l’assassino è sempre il maggiordomo.